ApertaMente Valmontone promuove petizione popolare per barriere anti-rumore sulla Roma-Napoli.

 
 -di Martina Puce
Da qualche settimana è partita la petizione popolare per ottenere  l’istallazione di pannelli fonoassorbenti lungo l’autostrada A1 Roma-Napoli, nel tratto di interesse del Comune di Valmontone.
Un’iniziativa promossa dall’associazione ApertaMente, nuova realtà valmontonese, costituita da giovani che, in un momento critico come questo, che vede i partiti come organismi autoreferenziali  e sempre più distanti da quei cittadini che invece dovrebbero rappresentare, credono nella politica intesa ancora nell’accezione più nobile del termine: gestione della cosa pubblica nell’interesse comune.
Il tratto riguardante la petizione in oggetto, oltre ad interessare un numero sempre maggiore di abitazioni, si trova in prossimità di una scuola materna, scuola elementare e di un istituto superiore.
Le presenza del suddetto tracciato autostradale provoca un forte inquinamento acustico già in precedenza accertato attraverso rilevamenti effettuati con apposite apparecchiature di misurazione, dalla società Autostrade per l’Italia.
Esistono tecnologie che, attraverso l’installazione di appositi pannelli fonoassorbenti, consentono l’eliminazione o comunque la riduzione di tale inquinamento e i suddetti pannelli sono già stati installati in diversi tratti dell’Autostrada del Sole.
La legge quadro n.477/2005 stabilisce i principi fondamentali in materia di tutela dell’ambiente esterno e dell’ambiente abitativo dall’inquinamento acustico ai sensi dell’art.117 Cost. e introduce un quadro delle competenze al fine di predisporre piani comunali di classificazione acustica secondo criteri forniti dalle Regioni.
L’iniziativa è quindi volta a sensibilizzare il Comune di Valmontone -e perché no, i comuni limitrofi- e la società Autostrade per l’Italia in relazione al tema trattato, in quanto di particolare rilevanza data l’entità delle aree e dei soggetti interessati e soprattutto considerate le esigenze ormai sempre più incombenti a livello ambientale.
                                                                                                                                                               Martina Puce
                                                                                                                                                      Presidente ApertaMente 

You may also like...