C’è riuso e riuso: le insidie che non ti aspetti

Di Francesca Ianni

Un sabato come tanti, dopo aver svuotato i contenitori di cartone dei cereali per la colazione, decido che tutto quel materiale non deve andare sprecato e, approfittando del retro liscio e dalle tonalità autunnali, allestisco subito un bel tavolo di lavoro per far divertire i miei bimbi!

Forbici, colla e cartone di riuso e iniziamo a pasticciare con entusiasmo e, non nascondo, anche con un briciolo di orgoglio! Riesco a intrattenere i piccoli artisti per una mezz’oretta o poco più, fino a che non arriva il momento di rimettere tutto a posto e si apre davanti ai miei occhi uno scenario inaspettato: i nostri cartoncini di riuso, che così com’erano in origine, potevano essere riciclati nella raccolta differenziata della carta, tagliuzzati e impastati di colla diventavano un residuo secco non riciclabile, in sintesi avevamo trasformato, in nome del riuso, un oggetto riciclabile in un non più riciclabile! Se il riuso e il riciclo sono sacrosanti, le modalità con cui avvengono devono essere valutate attentamente affinché non si cadi nell’insidia di fare tanto per fare senza valutare le conseguenze finali!

Il riuso e riciclo hanno come prima finalità quella di non sprecare e non di realizzare oggetti originali ma dalla dubbia finalità! Come si fa quindi, rinunciamo a pasticciare? Assolutamente no, ma in modo che alla fine del gioco o alla fine dell’uso dell’oggetto realizzato, lo si possa scomporre e riciclare, come prima o più di prima; si può sostituire la colla con colle fatte in casa completamente biodegradabili, come quella che si fa con acqua e farina; si posso legare i pezzi tra di loro con dei fili d’avanzo e simili! Il miglior rifiuto è quello che non è stato prodotto, ma se proprio abbiamo in mano degli avanzi che vogliamo valorizzare, teniamo sempre a mente il fine che faranno al termine del loro utilizzo e la stessa attenzione riserviamola anche ai nuovi acquisti, perché interrogarci sulla fine che faranno le cose che andiamo ad acquistare ci aiuta a scegliere la cosa migliore!”

You may also like...