Incontro pubblico sugli inceneritori, 11 marzo ore 17:30 a Colleferro Scalo

Nota stampa UGI

Delibere, decreti e piani rifiuti danno ormai per certo il potenziamento delle due ciminiere che attendono il rilascio dell’AIA (Autorizzazione Integrata Ambientale).

Questo passaggio non avverrà agevolmente visto che, oltre Comune di Colleferro, la Regione deve fare i conti con la netta contrarietà della ASL RMG e dell’opinione pubblica.

E’ assolutamente necessario un confronto tra la cittadinanza per vedere quali strategie impiegare al fine di impedire il rilancio degli inceneritori. Pur avendo più volte espresso con forza la sua contrarietà agli impianti, la popolazione del territorio dovrà scontrarsi con la Regione Lazio, che insiste sulla necessità di tenerli attivi.

La scelta della scuola Flora Barchesi, come luogo d’incontro, è tutt’altro che casuale; essa rappresenta infatti il simbolo di un delitto contro una comunità già compromessa da una storia industriale fatta di crimini ambientali. La stessa comunità tenta di riconquistare dignità e di decidere dal basso il proprio futuro, lottando per ottenere giustizia ambientale e sociale.

Riteniamo necessario confrontarci e discutere insieme.

Venti anni fa c’erano solo gli abitanti dello scalo a protestare contro gli inceneritori, stavolta vogliamo dimostrare che è un intero territorio ad opporsi.

Sentiamo l’esigenza di incontrare la cittadinanza, sentiamo l’obbligo di organizzare momenti pubblici per divulgare tutte le criticità ed i crimini contro la vita commessi dagli inceneritori.

L’undici marzo vogliamo offrire l’opportunità di costruire un dibattito partecipato e un’occasione di approfondimento, di propositività,  capace di ostacolare lo scenario del Revamping delle due ciminiere.

Potranno anche decretare il rilancio delle strutture, noi ci impegneremo affinché resti soltanto un pezzo di carta! 

 

 

You may also like...