Rifiuti, Di Paolo chiede il potenziamento del polo di Colleferro

“[…] non dimentichiamo che esiste una società, Lazioambiente spa, al cento per cento di proprietà regionale, grazie alla quale la Regione possiede un terzo degli impianti esistenti sul territorio regionale attraverso l’acquisizione del Consorzio Gaia e della discarica, con annesso inceneritore, di Colleferro. Occorre valutare il potenziamento di quel sito […]”.
Queste le parole pronunciate da Pietro Di Paolo (Nuovo Centro Destra) nel Consiglio Regionale straordinario sui rifiuti tenutosi ieri alla Pisana. Consiglio Regionale in cui tutti sono stati impegnati più ad attaccare o a difendersi dalle accuse di implicazione con il “caso Cerroni” e dove ci si sta muovendo ancora una volta a scrivere un piano rifiuti regionale basato sulle discariche e sugli inceneritori. Sembra che tutti i nostri politici ignorino completamente la situazione attuale in cui versano i nostri territori, ignorino gli studi epidemiologi che evidenziano altissime percentuali di tumori, ignorino che con l’introduzione di buone pratiche come la riduzione dei rifiuti e la raccolta differenziata, non servirà più ricorrere alle discariche e agli inceneritori.
Ci uniamo alla voce dei comitati presenti ieri in Regione, ribadendo la nostra linea di
difesa dei territori anche attraverso un Piano Rifiuti che abolisca definitivamente il ricorso a impianti nocivi, qui come altrove.

regione-lazio-interna-nuova

You may also like...